Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca - Uff. Scolastico Regionale per il Lazio

Istituto d’istruzione Secondaria Superiore
J. von Neumann
Sede centrale: Via Pollenza, 115 - 00156 ROMA – Tel. 06.1211.23.265
Succursale: Via del Tufo, 27 – 00158 ROMA – Tel. 06.1211.27.390

Cod. Fisc. 97197030584 – Cod. univoco UFO7AY – Codice tesoreria unica 348 0315980
Cod. Mecc. Istituzione Scolastica RMIS022001 - ITT/LS S.A. J. von Neumann RMTF02202E

ITT Rebibbia RMTF02201D - ITE Rebibbia RMTD022017 - IPSC Rebibbia RMRC02201X
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - sito web: www.vonneumann.it

 
Circolare n. 12/18

Roma il 13-09-2018

 

Al Dsga
Ai Docenti
Al Personale ATA

 

Oggetto:

Responsabilità e vigilanza sugli alunni: trasmissione di norme generali riguardanti l’organizzazione della vigilanza

 

 Contenuto della circolare.

 

   

Premesso che la vigilanza è un obbligo che investe tutto il personale scolastico, al Dirigente Scolastico spettano gli obblighi organizzativi, di amministrazione e di controllo sull’attività degli operatori scolastici nonchè un’attività di custodia (ex art. 2043 e 2051 Codice Civile) per cui è sua competenza porre in essere tutte le misure organizzative per garantire la sicurezza nell’ambiente scolastico e la disciplina tra gli alunni, a tutela degli alunni stessi ed autotutela dei docenti e dei collaboratori scolastici.

Si forniscono di seguito, in via preventiva, alcune misure organizzative finalizzate ad impedire eventi dannosi conseguenti a negligenze sulla vigilanza. Tutto il personale della Scuola è tenuto a seguirle scrupolosamente.


Le misure organizzative concernono la vigilanza degli alunni in diverse situazioni di seguito elencate:
1. durante lo svolgimento delle attività didattiche;
2. dall’ingresso dell’edificio fino al raggiungimento dell’aula;
3. durante i cambi di turno tra i docenti;
4. durante l’intervallo/ricreazione;
5. durante il tragitto aula - uscita dall’edificio al termine delle lezioni;
6. durante il tragitto scuola –palestra, laboratori, aule speciali e viceversa.
7. durante l’uscita dei “MINORI BISOGNOSI DI SOCCORSO”


1. VIGILANZA DURANTE LO SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE;

Fa parte degli obblighi di servizio degli insegnanti, quello di vigilare sugli allievi. A tal proposito, l’art. 29, comma 5, CCNL Scuola 2006/2009 dispone che, per assicurare l’accoglienza e la vigilanza sugli alunni, gli insegnanti sono tenuti a trovarsi in classe cinque minuti prima dell’inizio delle lezioni e ad assistere all’uscita degli alunni medesimi.
La responsabilità per l’inosservanza del predetto obbligo è disciplinata dagli artt. 2047 e 2048 Codice Civile.
Ai sensi dell’art. 2047 c.c. “in caso di danno cagionato da persona incapace di intendere e volere, il risarcimento è dovuto da chi è tenuto alla sorveglianza dell’incapace, salvo che provi di non aver potuto impedire il fatto”.
L’art. 2048 c.c. dispone che “i precettori e coloro che insegnano un mestiere o un’arte sono responsabili del danno cagionato dal fatto illecito dei loro allievi e apprendisti nel tempo in cui sono sotto la loro vigilanza. (…). Le persone indicate dai commi precedenti sono liberate dalla responsabilità soltanto se provano di non aver potuto impedire il fatto”.
Durante l’esercizio delle attività didattiche, il responsabile della vigilanza sugli alunni della classe è, dunque, il docente assegnato alla classe in quella scansione temporale. Il docente è responsabile anche quando la classe svolge assemblea di classe: non è permesso lasciare l’aula in tale occasione, lasciando quindi gli alunni responsabili di se stessi.
Il docente che, durante l’espletamento dell’attività didattica debba, non per futili motivi, assentarsi temporaneamente dalla classe, prima di allontanarsi deve incaricare un collaboratore scolastico di vigilare sugli alunni sino al suo ritorno.
Il collaboratore scolastico non si può rifiutare di effettuare la vigilanza su richiesta del docente, come disposto dal Profilo Professionale (CCNL 2006/2009).
Il collaboratore scolastico è responsabile per i danni subiti dagli alunni a causa della sua omessa vigilanza, solo se aveva precedentemente ricevuto l’affidamento dei medesimi

2. VIGILANZA DALL’INGRESSO DELL’EDIFICIO FINO AL RAGGIUNGIMENTO DELL’AULA

Al fine di regolamentare l’ingresso degli alunni nell’edificio scolastico all’inizio delle lezioni, si dispone che presso ciascun ingresso dell’edificio sia presente un collaboratore scolastico che presti la dovuta vigilanza sugli alunni.
Gli altri collaboratori scolastici in servizio nel turno vigileranno il passaggio degli alunni nei rispettivi piani, o anditi di servizio, fino all’entrata degli stessi nelle proprie aule.
Si ricorda che per assicurare l’accoglienza e la vigilanza degli alunni gli insegnanti sono tenuti a trovarsi in classe 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni.

3. VIGILANZA DURANTE I CAMBI DI TURNO TRA I DOCENTI

Al fine di assicurare la continuità della vigilanza sugli alunni durante il cambio di turno dei docenti, i collaboratori scolastici sono tenuti a collaborare con i docenti stessi.

Il docente che ha appena lasciato la classe, coadiuvato nella vigilanza dal collaboratore scolastico, si recherà tempestivamente nell’aula in cui è programmata la lezione successiva, consentendo a sua volta al docente che era in attesa del proprio cambio di recarsi nella classe di competenza. In tal modo si attiverà un movimento a catena, che consentirà di assicurare la continuità della vigilanza sugli alunni. A questo proposito si ricorda ai docenti, interessati al cambio di turno, di non intrattenere colloqui con i colleghi, onde evitare lunghe attese nei cambi previsti.
Sempre per favorire il cambio di turno tra i docenti, coloro che entrano in servizio a partire dalla 2^ ora o che hanno avuto un’ora “libera”, sono tenuti a farsi trovare, al suono della campana, già davanti all’aula interessata per consentire un rapido cambio del docente nella classe.
I collaboratori scolastici, all’inizio delle lezioni o ai cambi di turno dei docenti nelle classi, debbono accertarsi di eventuali ritardi o di assenze dei docenti nelle classi.
In caso di ritardo o di assenza dei docenti, non tempestivamente annunciati dagli stessi, i collaboratori scolastici sono tenuti a vigilare sugli alunni dandone, nel contempo, avviso all’Ufficio di Presidenza.

I collaboratori scolastici, per favorire nelle classi il cambio di turno dei professori e per intervenire in caso di eventuali necessità, sono tenuti a presidiare costantemente il proprio piano di servizio, senza allontanarsi, se non per chiamata degli Uffici della Scuola o per esigenze impellenti.

4. VIGILANZA DURANTE L’INTERVALLO/RICREAZIONE

Al fine di regolamentare la vigilanza sugli alunni durante l’intervallo-ricreazione, della durata di quindici minuti ed intercorrente tra la fine della 3^ ora e l’inizio della 4^ora di lezione, si dispone che detta vigilanza venga effettuata dai docenti della 3^ ora fino alle ore 11.00 e dei docenti della 4° ora dalle 11.00 in poi. Nell’intervallo è richiesta una maggiore attenzione per la prevedibile esuberanza degli alunni, che determina maggiori rischi di eventi dannosi.

I collaboratori scolastici durante l’intervallo vigileranno, oltre il corridoio di competenza, anche i bagni.

5. VIGILANZA DURANTE IL TRAGITTO AULA – USCITA DALL’EDIFICIO AL TERMINE DELLE LEZIONI

Al fine di regolamentare l’uscita degli alunni dall’edificio scolastico al termine dlle lezioni, gli insegnanti sono tenuti ad assistere gli alunni sino alla porta di uscita dell’edificio.
In particolare i docenti di scienze motorie presteranno particolare attenzione affinché gli alunni che hanno l’ultima ora di lezione in palestra non abbandonino la scuola prima del suono della campanella.

6 VIGILANZA DURANTE IL TRAGITTO SCUOLA – PALESTRA , LABORATORI, AULE SPECIALI E VICEVERSA

Durante il tragitto scuola – palestra, laboratori, aule speciali e viceversa, la vigilanza sugli alunni è affidata al docente che curerà personalmente il trasferimento degli alunni.

7. VIGILANZA SUI “MINORI BISOGNOSI DI SOCCORSO”

La vigilanza sui “minori bisognosi di soccorso”, nella fattispecie, alunni portatori di handicap grave, particolarmente imprevedibili nelle loro azioni ed impossibilitati ad autoregolamentarsi, deve essere sempre assicurata dal docente di sostegno, dall’assistente specialistico, o dal docente della classe eventualmente coadiuvato, in caso di necessità, da un collaboratore scolastico.

Per un migliore funzionamento dell'Istituto, si auspica la collaborazione di tutti.

 

Il Dirigente Scolastico
Anna Patrizia Minniti
Firma autografa omessa ai sensi
dell’art. 3 del D. Lgs. n. 39/1993

 

Ultime circolari

Notizie

Messaggio Augurale del Direttore Gildo De Angelis per inizio anno scolastico 2018-2019

17 Set, 2018

In allegato il messaggio augurale inviato dal del Direttore Generale Gildo De…

Cinema&Storia Cinema&Società: la finale del 22 maggio all’Auditorium di Roma

31 Mag, 2018

Menzione Speciale per gli elaborati composti da alcuni studenti delle classi II e…

Impresa in azione - JA Italia

31 Mag, 2018

Le Classi 3A e 3C si sono classificate tra le 5 finaliste al termine della…

Startupper School Lab

31 Mag, 2018

La nostra scuola quest’anno ha partecipato all’iniziativa di Lazio Innova…

Prossima news

31 Mag, 2018

La scuola raccontata dagli studenti del reparto Alta Sicurezza

25 Mag, 2018

26 aprile 20018 a Rebibbia due ore di lezioni, musica e tanti sorrisi

Si è tenuta a…

“San Basilio 30 e Lode”

04 Mag, 2018

San Basilio 30 e lode, giornata delle buone intenzioni promossa dalle associazioni e…

Anche quest'anno vincitori allo Startupper School Jam

04 Mag, 2018

Il team Paghetta Smart, composto dagli alunni A. Antonilli e D. Parisi della classe…

Gli studenti dell’IIS “J. von Neumann” ai Colloqui fiorentini

20 Apr, 2018

Anche quest’anno alcuni alunni del nostro Istituto hanno scelto di partecipare…

Spring Dojo 2018 - CoderDojo Roma SPQR

03 Apr, 2018

CoderDojo Roma SPQR e IISS J,Von Neumann tornano alla grande con un altro super…

Cancro io ti boccio” "Le arance della salute"

20 Mar, 2018

Quest'anno il nostro istituto ha aderito al progetto dell'AIRC (Associazione…

URP

I.I.S.S.  'J. von Neumann'

centralino sede via Pollenza: 06.1211.23.265
centralino sede via del Tufo: 06.1211.27.390/391

e-mail: rmis022001@istruzione.it
pec: rmis022001@pec.istruzione.it

Cod. Mecc. rmis022001
Cod. Fisc. 97197030584
Fatt. Elett. UFO7AY

Area riservata